01 CUSPIDE CAGLIARI

index dove e quando azione e contesto soggetti coinvolti presupposti metodologici risultati

azione e contesto

Progetto Cuspide, si è attivato su invito dell’ASPIS / Associazione Promozione Iniziative Socioculturali, nell’ambito dell’iniziativa locale “Arte e Ambiente” e con l’obiettivo specifico di recuperare e rivalutare l’edificio dell’ex-azienda vinicola Rocca, di valore storico e sociale per la comunità di Pirri e di proprietà del Comune di Cagliari. Un nuovo piano regolatore lo vedeva abbattuto e sostituito con un parcheggio, quando ASPIS decide di raccogliere le istanze dei cittadini e sviluppare una alternativa positiva e condivisa.


L’azione di Progetto Cuspide nel quartiere di Pirri, vuole far emergere il valore storico e sociale, architettonico e culturale dell’edificio, risvegliare la memoria collettiva del luogo per investirlo di una nuova funzione, dopo la perdita di quella produttiva originaria, che ha significato il totale abbandono del fabbricato.


In seguito alla fase di analisi del contesto e dialogo con le parti sociali, l’intervento ha generato una serie di “punti di relazione” tra l’edificio, la memoria collettiva e il territorio:
_ un’installazione collettiva permanente all’interno dell’edificio Rocca, creata con 2000 bottiglie di vetro, fissate lungo le vecchie sagome lasciate dalle botti di vino sulle alte pareti, e prima distribuite agli abitanti di Pirri per essere riempite con uno o più oggetti rappresentativi della propria famiglia;
_ una pista da bowling di 60 metri all’interno dell’edificio: dove il gioco prevede l’uso delle bottiglie come birilli;
_ un enorme periscopio in legno, costruito nel forno della fabbrica: guardando dentro la bocca del forno era possibile vedere all’esterno il paesaggio di Cagliari;
_ un sistema di video camere a circuito chiuso, posizionate in diversi bar del centro di Pirri, permetteva la visione in diretta di ciò che avveniva nello spazio dell’edificio Rocca.



Mercoledì 11 Ottobre 2006